Lug - Dic - Non Solo Panza

Vai ai contenuti

Mercoledì 08 Luglio 2020


Una toccata e fuga nel comprensorio dell'altopiano di Folgaria, Lavarone e Luserna è sempre sinonimo di una bella giornata e anche oggi la regola non è stata smentita.





Lunedì 13 Luglio 2020


In una congiuntura di interessi che solo un vero gemellaggio può originare, oggi uno splendido giro insieme agli amici Rinco Boys di Trento. La meta è lo splendido altopiano di Asiago, raggiunto non prima di aver pedalato su ciò che resta delle dismesse linee ferroviarie Rocchette-Arsiero e Rocchette-Asiago. Come ciliegina sulla torta, tra i due tracciati ferroviari la scalata al Monte Cengio lungo una suggestiva strada militare con ben 38 tornanti, di cui solo i primi 13 asfaltati. La discesa dall'altopiano di Asiago vede prima la non meno impegnativa scalata al Monte Corno.




Sabato 18 Luglio 2020


E' proprio vero che non servono i passi e le cime dolomitiche per fare un giro dai grandi numeri, ormai è un fatto risaputo.

E così anche oggi gli appennini a cavallo tra Piacenza e Parma ci regalano una giornata piena di molte sensazioni ed emozioni.




Sabato 25 Luglio 2020


Giro organizzato dagli amici trentini Rinco Boys e denominato "Rinco Gold" proprio per essere quello più impegnativo dell'anno. Il "Klammljoch Runde" è un anello a cavallo di stupende valli tra Italia ed Austria, con due passi da affrontare, entrambi oltre quota 2.000mt, di cui uno, quello più impegnativo, appunto il Klammljoch o Passo Gola, è per metà sterrato. Si parte da Gais, pochi chilometri dopo Brunico, lungo la ciclabile della Valle di Tures che ci porta comodamente fino a Campo Tures. Qui la si lascia per attaccare la dura salita al Passo Gola sulla SP48. Arrivati a Riva di Tures la salita prosegue su sterrato lungo la Valle dei Dossi (Knuttental) e dopo altri 10 chilometri si arriva al Passo Gola. Varcato il confine italiano si scende, sempre su bella sterrata, nella Defereggental, inserita nel Parco Nazionale degli Alti Tauri. Effettuiamo una piccola deviazione per visitare Jagdhausalm, un piccolo villaggio composto da 16 malghe ed una cappella, che vive solo per i pochi mesi estivi dove l'alpeggio è consentito (siamo a quota 2.000mt). Riprendiamo la comoda discesa che complessivamente in 15 chilometri ci porta a ritrovare l'asfalto nei pressi di Erlsbach. Quì però comincia anche la salita al Passo Stalle (Staller Sattel) che ci riporterà in Italia. La particolarità di questo passo è che è governato da un semaforo e la finestra di verde per il nostro senso di marcia è il primo quarto d'ora di ogni ora. Superato il passo scendiamo nella valle di Anterselva, dove appena possibile usciamo dalla statale per aprofittare di qualche sentiero non sempre asfaltato. Nei pressi di Nove Case, giunti ormai in Pusteria, si incontra la ciclabile pusterese, che non senza qualche sorpresa ci porta poco dopo Brunico a ritrovare la ciclabile della Valle di Tures ed infine si torna a Gais.





Sabato 01 Agosto 2020


Il primo giorno della trasferta a Lucca prevede un piccolo assaggio della montagna di casa, le famose Pizzorne. Lungo l'ascesa passaggio in borghi caratteristici come San Martino in Colle, Montecarlo e ovviamente Collodi.

Domenica 02 Agosto 2020


Il secondo giorno della trasferta a Lucca ci porta sull'Appennino Tosco-Emiliano con bei passaggi tra prati di cresta e meravigliose faggete sulle pendici.





Torna ai contenuti