Gen - Giu - Non Solo Panza

Vai ai contenuti

Menu principale:

Attività > Bike > 2014

Sabato 25 Gennaio 2014


Una giornata dal sapore primaverile trascorsa tra le nostre campagne rimette dopo tanto tempo il "NON" davanti alle parole "Solo Panza".


Domenica 09 Febbraio 2014


Altra giornata primaverile nelle nostre campagne, contraddistinta da un vento fastidioso e da un verde molto acceso tutt'intorno.


Domenica 16 Febbraio 2014


Ripiombati nel grigio almeno ringraziamo per l'assenza di pioggia che ci concede così di trascorrere qualche ora pedalando nelle nostre campagne.


Domenica 23 Febbraio 2014


Complice una bellissima giornata di Primavera, un pizzico di follia e molta voglia di passare una giornata in sella ed ecco nascere questa bellissima avventura in completa libertà tra le campagne cremonesi e bresciane, fino a raggiungere la città ai piedi delle Alpi e scalare quello che è il monte più coccolato dai suoi abitanti: il Monte Maddalena.

Sabato 08 Marzo 2014


Il classico percorso Cremona - Casalmaggiore - Colorno - Cremona lungo il percorso del fiume Po è costretto ad una deviazione lungo il fiume Taro a causa della chiusura del ponte di Gramignazzo.

Domenica 16 Marzo 2014


Rivisitazione di una traccia che con partenza da Marzolara, poco dopo Fornovo Val di Taro, si aggira sui crinlai tra la Val Baganza e la Val Parma. La giornata primaverile fa da contorno ad un magnifico contesto naturalistico dove la fioritura di primavera contrasta con la neve che ancora fa capolino sulle vette circostanti, tra scoiattoli e caprioli che non disdegnano di mostrarsi. Unica pecca l'incuria dei sentieri e il troppo motocross, a rovinare una splendida oasi naturalistica a pochi passi da casa.

Sabato 22 Marzo 2014


La scusa: la prima uscita ufficiale del calendario 2014 degli amici trentini Rinco Boys.
Lo strumento: appena appreso il progetto, l'offerta dell'amico Perse di prestarmi la bici idonea.
La follia: una condizione fisica lontana dai tempi migliori e le prevvisioni meteo avverse.
Ore 7.30 parte la prima avventura randonneur su un percorso misto da Cremona a Padova. L'atmosfera al via è da mese di Novembre. Gli sterrati sono spesso impraticabili per il fango e molti sono proprietà private. Parecchi cani lasciati liberi e senza museruola.
Imprevisto dopo imprevisto arriviamo a destinazione a Padova prima dell'attesa pioggia.

Domenica 23 Marzo 2014


L'escursione organizzata dal gruppo Rinco Boys prevede la visita al centro di Padova per poi seguire la ciclabile tra i canali ed i fiumi Brenta Brentella, Bacchiglione e Piovego completare il cosidetto "Anello Fluviale".
Sotto la pioggia caratteristici passaggi per Prato della Valle e nella Piazza del Santo, antistante la Basilica di Sant'Antonio, attraversando una cittadina ricca di piste ciclabili al fianco di strade di scorrimento ma anche a normali via e viuzze in quartieri residenziali.
Fuori dal centro, nella periferia circondata dai fiumi, ciclabili sterrate su ambo i lati, ponti di attraversamento e buona segnaletica, nonche diverse fontanelle, permettono a ciclisti, podisti e semplici "passeggiatori della Domenica" di godere di un'area fluviale curata e manutenuta.
Purtroppo il perdurare di avverse condizioni meteo ha fatto si che il tutto s'interrompesse lasciando aperto l'anello sul lato sud-ovest; che possa essere un pretesto per un ritorno?
(Parte degli scatti che seguono sono di proprietà R.B. Mountain Bike Club Trento)


Lunedì 24 Marzo 2014


Si conclude la tre giorni padovana con il lungo rientro fatto rimaneggiando il percorso in modo da togliere le parti sterrate, tutte tranne il tratto per uscire da Padova, temendo di trovarle in pessime condizioni dopo le abbondanti piogge dei giorni scorsi. Il chilometraggio è variato di poco.
Dalla nostra parte Sant'Antonio ci ha diviso le nubi minacciose, lasciando i temporali sempre un poco distanti dal nostro procedere.
Pertanto, rientrati infreddoliti ma asciutti!

Domenica 30 Marzo 2014


Vista la giornata primaverile, giretto improvvisato tra le campagne e gli argini di Cremona, Lodi e Piacenza, con partenza pomeridiana da Sesto Cremonese e destinazione Piacenza.

Domenica 06 Aprile 2014


Si parte da Gardone Val Trompia seguendo la SPBS345 in direzione Bovegno/Collio e la si abbandona per imboccare un'aspra salita su asfalto in direzione Magno/Caregno. La lunga sequenza di tornanti porta fino ai Piani di Caregno da dove, abbandonato l'asfalto ed imboccato il CAI 317 presto si inizia a spingere la bici fino a raggiungere quota ai Corni Rossi, dinnanzi ad un magnifico panorama sul Maniva e sul Crocedomini. Si prosegue seguendo il sentiero tra continui saliscendi fino a raggiungere Croce di Marone. Da qui si imbicca il 314b che presto si lascia deviando a destra sul 3v in divertente single track fino a Passo Spino. Rientrati sul CAI 314b abbandonandolo definitivamente al bivio per Malga Ronchi di Casere e proseguendo su un single track a tratti tecnico a tratti più scorrevole e divertente, Dopo l'immissione sul CAI 313 diversi tratti molto frastagliati da grossi sassi smossi rendono la discesa molto infida.

Domenica 13 Aprile 2014


Escursione organizzata dal  Monte Fasce Bike Group di Genova che in questa giornata festeggia il ventennale della sua fondazione. Sui sentieri di casa, tirati a lucido in maniera esemplare, due ascese di cui la seconda fino al Forte Ratti e due discese su single track tecnici al punto giusto per non far mancare il divertimento a nessuno. Alla fine lotteria con premi per tutti e pasta party con brindisi finale per i festeggiamenti di rito. Lunga vita la Monte Fasce! (Parte degli scatti che seguono sono di proprietà Monte Fasce Bike Club Genova)


Venerdì 25 Aprile 2014


La traccia proposta dal Milzo degli amici Bikers di Brescia ci propone un tranquillo giretto della Valtenesi, partendo da Mocasina ed arrivando sin sopra Salò attraverso carrareccie e single track immersi tra vitigni e uliveti. Il ritorno offre splendide viste sul Lago di Garda e sfiora i laghetti di Sovenigo, sempre su percorsi collinari tranquilli molto battuti da chi pratica equitazione.


Giovedì 01 Maggio 2014


Escursione ai piedi del Monte Carega, nella terra dei Cimbri in Lessinia. Partenza da Bernardi, poco prima di Giazza, costeggiando la Sp10 tra sentieri e carrareccie fino ad immettersi sulla Sp17 e seguirla fin quasi a San Bortolo. Poi ancora carrareccie più o meno asfaltate portano fino a Roncari e Campofontana. Ultimo tratto di salita fino a Malga Lobbia, con splendida vista su Cima Carega. Tornati a Campofontana si prosegue ancora su asfalto fino a trovare un sentiero a destra di un tornante e da qui lungo carrareccia fino a ritrovare la Sp10 e risalire fino a Giazza.


Domenica 04 Maggio 2014


In una splendida giornata di sole arrivo a Buonconvento col nuovo amico Pierluigi detto PIC, giusto in tempo per l'iscrizione alla cicloturistica e alla partenza. La cicloturistica è di contorno alla seconda edizione dell'Eroica Sud, manifestazione dedicata alle bici d'epoca e a ciclisti dai garretti di marmo. L'atmosfera alla partenza dell'Eroica Sud è surreale: in uno dei borghi più belli d'Italia, vedere tutti i partecipanti con antiche bici (alcune veramente stupende), vestiti come 70 anni fa, ci fa vivere in un altro tempo. Notiamo che l'organizzazione è eccezionale, puntualissima, cordiale e simpatica. Tutti i ciclisti sono molto motivati e felici di partecipare a questo evento. Noi moderni mtbikers ci mettiamo da una parte in attesa della nostra partenza. Partiti gli ardimentosi Eroici, ci fanno segno che è il nostro turno. Ci dicono semplicemente: seguite la segnaletica "Eroica", frecce rosso granata con l'inconfondibile scritta. Naturalmente ci saranno alcuni organizzatori che ci seguiranno in bici. Detto fatto... appena usciti dal paese di Buonconvento ci avviamo in gruppo in un paesaggio da favola. Viene veramente la voglia di passare qualche week end in agriturismo e fare mitici giri in bici. Ogni curva regala paesaggi da cartolina. Certo siamo aiutati anche dal sole... Ci sono anche famiglie con papà che trascina con il traino i passeggini da bici. Eroici a loro modo. Il percorso si alterna tra strade asfaltate con pochissimo traffico (non solo per la manifestazione ma anche per il luogo tranquillo) e strade sterrate ma tenute benissimo. Arrivano le prime salite e io inizio a soffiare come una caldaia, ma non mollo. PIC molto più tonico affronta le salite prendendo un caffè, leggendo il giornale, facendo una dormitina... Io metto un passo ciclistico avanti all'altro. Ma non mollo. Di tanto in tanto ci fermiamo per fare le foto a paesaggi da fiaba e a qualche ciclista. Le strade si susseguono tra cipressi, fattorie, prati, grano verde in maturazione, campi da golf della nobile famiglia Barberini con prati che sembrano tappeti da come sono perfetti, case tradizionali toscane in pietra abbandonate. Un piacere per gli occhi.
Con le soste per bere un goccino di vino (è proprio adatto agli atleti), un cambio d'acqua al pappagallo, un po' di foto, arriviamo al traguardo dopo la musica. Ma chi se ne frega! E' una cicloturistica, non una gara a chi arriva prima.


Domenica 11 Maggio 2014


Giornata non proprio ideale per una escursione in montagna con la BdC; il forte vento ha infatti pesato sia in salita che in discesa. Anche il panorama primaverile si è guastato a causa della luce cupa che i nuvoloni scuri che si susseguivano davano alla vallata.


Domenica 18 Maggio 2014


Ad una settimana esatta dalla 15esima tappa del Giro d'Italia 2014, ansiosi di provare ad incrociarne le strade, progettiamo quest'impresa fissando la partenza da Iseo. Purtroppo siamo costretti ad una uscita pomeridiana, limitando quindi il tempo a disposizione. Ciò, unito alla lunghezza ed alla difficoltà della salita, ci porta alla decisione di spostare il giro di boa raggiunto il paese senza salire quindi fino agli impianti in vetta. La promessa però è quella di tornare su questa strada, dove ad ogni tornante spunta il ricordo di qualche impresa del ciclismo recente, emozionandoci ancor di più.

Sabato 31 Maggio 2014


Riprendiamo esattamente da dove avevamo sospeso 15 giorni fa, e torniamo ad Iseo per ripetere lo stesso percorso che allora non fu portato a termine. L'intenzione è quella di salire a Plan di Montecampione ad ogni costo. Così ne il tempo incerto, ne la temperatura in quota abbondantemente sotto i 10°C ci hanno impedito di raggiungere un altro importante risultato.

Sabato 07 Giugno 2014


Un gradito ritorno quello odierno sulla ciclabile ricavata lungo la storica e purtroppo dismessa ferrovia della Val di Fiemme. Gli amici trentini Rinco Boys organizzano una escursione lungo il torrente Avisio partendo da Molina di Fiemme, arrivo della celebre GF Vecia Ferovia, che ci ha visto protagonisti nei primi anni della nostra attività, e con destinazione Moena, nel cuore della Val di Fassa, ai piedi delle Dolomiti. Una splendida e calda giornata estiva ci accompagnano lungo un facile percorso circondato da panorami da favola e adatto a tutti, famiglie comprese.


Sabato 28 Giugno 2014


Finalmente compiuto il primo test della nuova bici randonneur su un percorso di media difficoltà sia per lunghezza per che pendenze affrontate. Partiti da Cremona ci si è diretti verso le colline Piacentine attraversando prima le campagne e poi affrontando brevi ma impegnativi  strappi, per mettere a dura prova i mezzi.

Torna ai contenuti | Torna al menu